Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

A+ A- T+ T-

Il segreto delle mamme? La vodka naturalmente In evidenza

Scritto da 
0
|| || ||
Ogni giorno arrivo al fondo della mia giornata con lo stesso identico pensiero: “Sono stremata”. Lo penso tutte le sere da più o meno quattro anni e, sia chiaro, non faccio niente di più di quello che fanno le altre donne e madri.
Lavoro, accudisco un figlio, mi prendo cura, in modo che peraltro lascia parecchio a desiderare, della casa. Queste cose non le faccio tutte da sola ma ugualmente arrivo a sera allo stremo delle forze.

Poi però succede che mi guardo un film, leggo un po’ o, semplicemente, crollo a letto e la mattina ricomincio daccapo. Dove trovi le energie, dove le trovino tutte le mamme, io lo ignoro ma so che le trovano e non perché sono delle eroine ma perché la maternità sposta l’asticella della stanchezza (e del dolore) un po’ più in alto.

Come fai a concentrarti sul tuo grado di sonno quando devi combattere con la sonnolenza e l’indisponenza di un semi adolescente quattrenne? Come puoi preoccuparti del mal di schiena quando sai che se non corri e non arrivi in tempo all’asilo la tua giornata la puoi pure buttare nella monnezza?

La verità è che la maternità è qualcosa di molto simile allo stato di trance agonistica, che ci fa sentire allo stesso tempo invincibili e potenti e inarrestabili. Fin quando non ci sediamo e non realizzazione che il giorno è tutto da rifare dall’inizio. L’indomani.

E sono proprio quelli i momenti per i quali conservo la vodka in freezer.

 

Il segreto delle mamme? La vodka naturalmente
   
Pubblicato in C'era una vodka
Lucrezia Sarnari

31 anni. Giornalista, mamma e blogger. Non necessariamente in questo ordine

Altro in questa categoria: « Io non sono gelosa di mio figlio