Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

A+ A- T+ T-

Ironia e comicità in arrivo al Lyrick grazie ad Angela Finocchiaro

Scritto da 
0
|| || ||
Venerdì 17 gennaio l'esilarante spettacolo "Ho perso il filo”

Il Teatro Lyrick di Assisi apre le porte ad Angela Finocchiaro, che il 17 gennaio presenterà il suo spettacolo “Ho perso il filo”, nell'ambito della stagione “Via col Venti”.

L'attrice interpreta questa volta il ruolo di un Teseo nuovo, è un'eroina anticonvenzionale e maldestra che spesso perde la via, sbaglia e indugia, ma alla fine tira fuori tutto il suo coraggio e la sua forza per combattere il mostro spaventoso.

È uno spettacolo comico e sorprendente in cui l'artista si mette alla prova con linguaggi espressivi mai affrontati prima per raccontare un'avventura nuova ed emozionante in modo ironico e coinvolgente. Angela, infatti, svela al pubblico di essere stufa dei soliti ruoli tradizionali degli attori e per questo decide di interpretare Teseo che si infila nel pericoloso Labirinto per combattere il Minotauro.

Da subito instaura un legame con il pubblico, a cui affida un enorme gomitolo che le servirà per ritrovare la via di casa, ma presto questo le verrà tagliato da Creature misteriose, degli acrobati dispettosi che la danzano e la punzecchiano fino a lasciarla disarmata e impaurita, senza via di fuga, in un'incredibile lotta. È allora che il Labirinto le propone un gioco, divertente ma crudele, che consiste in una serie di sfide di coraggio per ritrovare il suo filo.



È un Labirinto magico, che le parla attraverso scritte e disegni e la porta a rivelare ansie, paure, ipocrisie e concetti molto familiari al mondo moderno, come l'altruismo, caratteristica che dovrà dimostrare di avere verso un gruppo di ragazzi Ateniesi che sono stati catturati, ma, vittima del mondo moderno, scoprirà che questo è più difficile di quello che crede: non basterà l'impegno sui social per salvarli.

Sarà anche il vero Teseo, sceso direttamente dal mito, a sfidarla criticandole la mancanza delle nobili qualità eroiche.

Lo spettacolo riproduce il simbolismo del famoso mito, che rappresenta la rinascita dopo un lungo percorso che aveva condotto alla morte, e lo fa in maniera unica unendo la comicità di Angela alla fisicità acrobatica e seducente della gang delle Creature del Labirinto, con un finale inatteso di festa collettiva e liberatoria.

I danzatori sono guidati dall’inventiva di Hervé Koubi, uno dei più talentuosi e affermati coreografi sulla scena internazionale e dal talento di Angela Finocchiaro nel raccontare in chiave comica, ma profonda, un personaggio che seppure molto personale , è vicino al cuore di molti.

“Ho perso il filo” Soggetto di Angela Finocchiaro, Walter Fontana, Cristina Pezzoli, testo di Walter Fontana, con Angela Finocchiaro e le Creature del Labirinto: Alis Bianca, Giacomo Buffoni, Alessandro La Rosa, Antonio Lollo, Filippo Pieroni, Alessio Spirito, coreografie originali di Hervé

Koubi, scene di Giacomo Andrico, luci di Valerio Alfieri, costumi di Manuela Stucchi, regia di Cristina Pezzoli.

 

Promo video https://www.youtube.com/watch?v=ZkBH8XMBeGM&feature=youtu.be

Prenotazioni: Botteghino Teatro Lyrick 075 8044359 (dal lunedì al sabato dalle ore 16.00 alle 19.30)

Sito ufficiale:  www.teatrolyrick.com

Ironia e comicità in arrivo al Lyrick grazie ad Angela Finocchiaro
   
Pubblicato in Cultura
Altro in questa categoria: « Perugia diventa “Comic”