Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

A+ A- T+ T-

Una poltrone per due… decenni In evidenza

Scritto da 
0
|| || ||

Limpiccione su Piacere Magazine n.121

Una poltrone per due… decenni

Il tuo peggiore nemico può essere il tuo migliore amico, parola di Catiuscia Marini. E così fu per Gianpiero Bocci. Ex sottosegretario dalle mille sfaccettature, uomo forte del PD in Valle Umbra, è stato eletto con il 63% dei voti nuovo segretario regionale del PD. Incredibile: la presidente Marini e Bocci dopo essersi fatti guerra per anni ora sembrano due fidanzatini. Dietro di loro il vuoto. Molti vedono questo accordo di potere come un’ulteriore disfatta del PD. Poco importa: bisogna navigare tutti uniti verso un’unica direzione in vista delle amministrative e delle europee e le regionali del 2020.






Santa Giuliana: pronti, partenza, via… verso le elezioni

Ci risiamo. Dopo le lungaggini inconcepibili su chi dovesse gestire lo stadio e i travagliati lavori di riqualificazione, una nuova rogna (prontamente fatta rientrare) rischiava di turbare le residue vacanze dei nostri amministratori. Limpiccione, infatti, aveva segnalato a inizio gennaio come lo stadio non avesse più un custode fisso durante l’orario di apertura. Una figura indispensabile per una struttura del genere, capace non solo di vigilare sulla nuova pista (tanto sudata) e sugli spogliatoi ma anche di offrire quei servizi indispensabili per le società sportive. Ma si sa, le elezioni sono vicine e bisogna correre ai ripari. Così il Comune ha prontamente comunicato che c’era stato un disguido ripristinando immediatamente il servizio. Bravi tutti, tranne la consigliera con delega allo sport Clara Pastorelli non pervenuta.





Turismo record in Umbria? Il bluff dei numeri… “PRIMI”

A detta dei ‘governanti’, assessore Paparelli in primis, il 2018 si attesta come uno degli anni migliori in termini di flussi turistici per l’Umbria. Rispetto all’anno precedente si parla di un sostanziale incremento ma siamo sicuri che i circa 6 milioni di presenze possono far dormire sonni tranquilli? I dati del 2018 sono praticamente in linea con i flussi del 2017 e sottolineano come gli attuali sforzi per promuovere il ‘brand’ Umbria siano stati vani. Se da un lato l’arrivo del Frecciarossa è riuscito ad abbattere in parte lo stereotipo di regione isolata, dall’altro va sottolineato come le difficoltà dell'Aeroporto San Francesco dimostrino che in chiave di in-coming ci sia ancora molto da fare. Ora, le ipotesi d’inizio anno vorrebbero risollevare le sorti dell’aeroporto coinvolgendolo per «destinazioni interne al paese verso Milano o a supporto dell’Alta velocità». Occhio: le parole possono essere finestre ma molto spesso si rivelano muri.

 




Dirigenti così virtuosi… da meritarsi il premio (come al solito)

Il Natale è stato generoso con i 48 dirigenti regionali che sotto l’albero hanno trovato la bellezza di 3,2 milioni di euro. Niente carbone ovviamente, alla faccia della spending review. Un premio (legittimo) deciso direttamente dalla giunta che ha voluto gratificare i risultati ottenuti. Eppure agli occhi dei cittadini non sembra tutto oro quello che luccica: problemi infrastrutturali, liste d’attesa infinite, problemi legati all’ambiente o all’agricoltura, e via dicendo.  Ah, la meritocrazia!





Perugia: l’autogol del candidato a sindaco del PD

Che i social ormai sono il mezzo comunicativo preferito dai politici è cosa risaputa. Se poi però si utilizza questo potente mezzo per sparare all’impazzata senza cognizione alcuna ecco che l’effetto boomerang è servito. Stiamo parlando del neo candidato del centro-sinistra e del PD Giuliano Giubilei che ha voluto alzare la voce contro l’attuale giunta a detta sua colpevole di incentivare colate di cemento. Il riferimento è alla vociferata riqualificazione in supermercato degli spazi ACAP di Pian di Massiano. Eppure, come ha fatto giustamente notare il giornalista Brunacci, che un candidato del PD se le prenda con la cementificazione suona come un incredibile autogol. Le colate di cemento furono infatti sdoganate dalle giunte Locchi prima e Boccali poi. Il primo a raccogliere l’assist di Giubilei è stato l'assessore Michele Fioroni che ha prontamente replicato: «Studi di più se vuol governare Perugia». 

 

Una poltrone per due… decenni
   
Altro in questa categoria: « Caccia alla prima pietra