Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

x
A+ A- T+ T-

L'editoriale n.94

Scritto da 
0
L'editoriale n.94
Dio creò l'uomo e si riposò. Poi creò la donna e non si riposò più, né lui né l'uomo.
Ribaltiamo lo schema e partiamo dal dolce. Un dulcis piazzato all'inizio con buona pace dei latini: sabato 28 marzo siete tutti invitati a festeggiare insieme a noi i 10 anni di Piacere Magazine al SanMagno Caffè di Foligno. Sarà una serata speciale e dolcissima (e non solo per la torta). Tante sorprese, buona musica e performance live di Cecco & Cipo i due talenti venuti alla luce nel corso dell'ultima edizione di X-Factor.

Bene, sistemato il dolce tocca al salato. Anzi all'amaro. Amaro come le notizie poco rassicuranti che ancora una volta arrivano a indebolire l'immagine di Perugia (come se ne sentissimo il bisogno). Dal nuovo allarme sicurezza generato dall'incredibile serie di furti in corso Vannucci alle successive polemiche innescate dalle dichiarazioni dell'assessore Calabrese che ha parlato di infiltrazioni criminali che, destabilizzate dal cambio di governo cittadino, starebbero mandando segnali intimidatori alla città. Insomma chi, sentendo parlare di furti, aveva rivolto i sospetti su possibili raid di parlamentari in gita premio a Perugia, dovrà rivedere le sue teorie. Chi sta invece straordinariamente rivedendo le proprie teorie sono i componenti della ex maggioranza, senatrice Valeria Cardinali in primis, che ora danno la colpa dell'allarme sicurezza alle dichiarazioni di Calabrese. Dimenticando chi amministrava Perugia negli anni in cui Perugia si è trasformata nella capitale della droga e in un piccolo epicentro della microcriminalità. E dispiace dover attaccare una signora in un numero rosa, dedicato in tutto e per tutto all'universo femminile. Ma l'unico colore che genera discriminazioni a volte sembra essere quello del proprio credo politico che non permette di vedere oltre il proprio naso. E pensare che a volte tacere e non strumentalizzare sarebbe una scelta universalmente apprezzata (insomma, sia dall'universo maschile che da quello femminile e di base da ogni persona di buon senso). Poi se qualcuno pretende che in 9 mesi si risolvano problemi che non sono stati risolti in 15 anni, be' è un altro paio di maniche. Ma se a pretenderlo sono quelli che amministravano prima e che su queste politiche hanno perso le elezioni siamo al teatro dell'assurdo. Che si dia tempo al tempo. Avremo una Perugia sicura, solo se Perugia si-cura.

L'editoriale n.94
   
Matteo Grandi

A due anni leggeva Proust, parlava perfettamente l'inglese, capiva il francese, citava il latino e sapeva calcolare a mente la radice quadrata di numeri a quattro cifre. Andava al cinema, seppur accompagnato dai genitori, suonava il pianoforte, viaggiava in aereo, scriveva poesie e aveva una fitta corrispondenza epistolare con l'allora presidente della Repubblica Sandro Pertini. A sei anni ha battuto la testa cadendo dagli sci. Del bambino prodigio che fu restano l'amore per il cinema, per la scrittura e per le feste natalizie. I segni del tracollo sono invece palesati da un'inutile laurea in legge, da un handicap sociale che lo porta a chiudersi in casa e annullare appuntamenti di qualsiasi genere ogni volta che gioca il Milan e da una serie di contraddizioni croniche la più evidente delle quali è quella di definirsi "di sinistra" sui temi sociali e "di destra" su quelli economici e finanziari. A trent'anni ha battuto di nuovo la testa e ha fondato Piacere. Gli piacerebbe essere considerato un edonista; ma il fatto che sia stata la sofferenza (nel senso di botta in testa) a generare il Piacere (nel senso di magazine) fa di lui un banalissimo masochista.

Articoli correlati (da tag)