Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

x
A+ A- T+ T-

I luoghi comuni sella nutrizione In evidenza

Scritto da 
0
I luoghi comuni sella nutrizione
Il luogo comune è un'affermazione la cui attinenza al vero è fondata sulla sua diffusione, ricorrenza o familiarità: l'ovvietà dell'affermazione non deriva quindi dal vaglio di alcuna prova, anzi molto spesso non se ne ricorda la fonte, né ci si attende che venga sottoposto a critica o falsificazione

Con questo non voglio dire che in tali affermazioni non ci sia un fondo di verità: solo occorre accertarsi che tale nucleo originario non sia stato superato dal progredire delle conoscenze e non sia stato nascosto dalle stratificazioni successive, accumulate nel corso del tempo dall'opinione comune.


I grassi sono dannosi per l’uomo?

Considerato che le patologie cardiovascolari sono la prima causa di morte al mondo e considerata la stretta connessione fra tali patologie, il colesterolo e un'alimentazione troppo ricca di grassi saturi, è opinione comune che i grassi siano sempre e comunque dannosi. In realtà i lipidi svolgono negli organismi viventi una serie di ruoli indispensabili: oltre ad essere una riserva di energia, entrano nella costituzione delle membrane biologiche, regolano gli scambi metabolici, proteggono dagli agenti esterni e svolgono una importante funzione ormonale. Ci sono quindi grassi buoni e grassi cattivi: quelli buoni, ovvero i mono e poli insaturi, che dovrebbero rientrare nella nostra dieta (specialmente gli omega 3 e omega 6), e quelli cattivi, ovvero i grassi saturi, trans e idrogenati, da evitare in quanto all'origine del colesterolo LDL.


Il kamut è la panacea di tutti i mali soprattutto per i pazienti celiaci?

È opinione piuttosto diffusa che il Kamut sia un cereale senza glutine, quindi adatto a soggetti affetti da morbo celiaco o da sensibilità al glutine non celiaca. Non è invece vero che il Kamut appartiene alla famiglia delle graminacee, ed essendo un antenato del grano duro, contiene comunque glutine anche se in minore quantità.




Lo sport fa bene sempre bene?

L’attività fisica, a ragione, è associata al prendersi cura di sé e al benessere, in quanto aiuta a tenere sotto controllo il saldo calorico e innesca processi enzimatici e ormonali che inducono allo “star bene”. Ma non sempre: se la durata oppure la frequenza degli allenamenti è troppo elevata si va incontro al sovrallenamento che proprio bene non fa.

Durante la corsa, ad esempio, circa il 95% dell'ossigeno viene impiegato dalle cellule per produrre energia, mentre la restante parte induce la formazione di radicali liberi. E se l'attività fisica fa sì che il nostro organismo aumenti le capacità difensive contro l'aggressione da parte di queste molecole, instaurando una sorta di equilibrio tra la produzione di radicali e la naturale capacità dell'organismo di neutralizzarli, nell'overtraining tale equilibrio vien meno: l'aumento del consumo di ossigeno e quello dei processi infiammatori indotti dai microtraumi muscolari e articolari che si creano durante l'allenamento ingenerano una condizione di stress ossidativo.





Mangiare tanta frutta fa sempre bene?

Anche in questo caso, mangiare frutta fa bene perché contiene vitamine, fibre e sostanze antiossidanti, ma la frutta, nella misura in cui contiene fruttosio, se consumata in quantità eccessive può comportare un'assunzione troppo elevata di carboidrati semplici in grado di far aumentare i trigliceridi nel sangue.


Un po’ di digiuno fa bene a tutti e fa dimagrire?

Mettersi a dieta significa innanzitutto mangiare meno, però il nostro organismo, che ha traghettato sino ad oggi la specie umana attraverso millenni di carestie ed è molto più saggio di noi, al ridursi delle porzioni caloriche abbassa il metabolismo basale, adeguando così il proprio dispendio energetico alle scarse risorse disponibili. Inoltre, per sopperire a tale carenza, non attinge solo dalle riserve accumulate nel tessuto adiposo, ma va ad intaccare anche la massa muscolare. E visto che l'organismo oltre ad essere saggio è pure previdente, non appena si torna a mangiare normalmente, il surplus energetico tende ad accumularsi sotto forma di grasso: hai visto mai che arrivi di nuovo una carestia. Da considerare infine che se tale comportamento alimentare è inutile quando non controproducente al fine di perdere peso, diventa anche pericoloso nella misura in cui si tende a seguire una dieta fortemente sbilanciata e povera in nutrienti essenziali, con sintomi che vanno dalla spossatezza cronica alle alterazioni dell'umore, dal calo delle difese immunitarie alla disbiosi intestinale. Prima di mettersi a digiuno quindi, col rischio di non perdere peso e la certezza di diventare meno sani e più infelici, consultate un professionista per avere un programma alimentare personalizzato.


Leggi anche "Come convivere con un malato di Alzheimer" qui

Leggi anche "Errori al mattino" qui

Leggi anche "La qualità del sonno" qui

Leggi anche “Errori a tavola, cosa e come migliorare” qui

Leggi anche "Gli effetti benifici della Curcuma" qui

Leggi anche "Olivo (Olivum)" qui

Leggi anche "Il Cacao" qui

Leggi anche "Cellulite" qui

Leggi anche "Griffonia Simplicifolia" qui

Leggi anche "Cumino Nero" qui

Leggi anche "Sole, sport, Vitamina D e tintarella" qui

Leggi anche "Biancospino" qui

Leggi anche "I grani Antichi" qui

Leggi anche "Il carciofo" qui

Leggi anche "Il mirtillo" qui

Per saperne di più vai su https://farmacialefornaci.wordpress.com/

I luoghi comuni sella nutrizione
   
Giulio Lattanzi

Il dottor Giulio Lattanzi è il titolare della farmacia comunale “Le Fornaci” di Marsciano. Negli anni ha fatto della prevenzione, l’informazione e l’educazione alla salute una vera missione di vita. Cura anche un blog https://farmacialefornaci.wordpress.com/