Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

x
A+ A- T+ T-

Dove mangiare bene, tipico e low cost a Parigi In evidenza

Scritto da 
0
Dove mangiare bene, tipico e low cost a Parigi
Dopo la mia recente esperienza vi consiglio dove mangiare bene a Parigi
Parigi è di sicuro una delle mete più gettonate dai turisti di tutto il mondo, italiani compresi, e si sa, che quando gli italiani vanno all’estero, il loro maggiore timore è quello di mangiare male. La cucina francese è da sempre in “lotta” con quella italiana per il titolo di miglior cucina e Parigi è piena di ristoranti famosi e altolocati, che però non sono alla portata di tutti.

Una famiglia, un gruppo di amici o la classica coppia di innamorati che sceglie la capitale francese come meta delle loro vacanze, difficilmente sceglierà ristoranti chic per andare a mangiar; così il rischio di mangiare male e cadere nelle trappole per turisti è elevato.

Data la mia recente esperienza nella Ville Lumière, ecco una piccola guida su come mangiare bene, tipico e soprattutto low cost.

 

LE PETIT DEJENEUR, LA TIPICA COLAZIONE

Niente, a Parigi e in Francia, è più classico del CROISSANT e non c’è modo migliore di iniziare la giornata con una ricca e buona colazione classica francese. Troverete un sacco di tipici café sparsi per la città che solitamente propongono un menù per le petit déjeneur, al costo di c.a. 6/7 € che, vista così, sembra una spesa eccessiva per la colazione. Ma se si considerano i prezzi singoli di croissants e cappuccino è sicuramente molto conveniente, anche perchè i menù prevedono (a scelta o anche entrambi): croissant o pain au chocolat (ai più meglio noto come saccottino al cioccolato), un cappuccino e un bicchiere di succo d’arancia.

Consiglio vivamente questi due café, nei quali sarà facile imbattervi data la loro collocazione:

 

“Café Francoeur", situato in Rue Caulaincourt, 129 nel famoso quartiere di Montmartre.

E’ un locale molto carino e in stile francese, con la possibilità di gustarsi la colazione anche all’aperto. Dall’altra parte della strada si trovano le scalinate che vi condurranno direttamente alla Butte de Montmartre e alla chiesa del Sacro Cuore.



"Au Rond Point”, situato in Boulevard de Ménilmontant, 65 davanti all’entrata del famoso cimitero monumentale Père Lachaise, nonchè nei pressi della fermata omonima della metro Père Lachaise. Anch’esso è un locale molto caratteristico, dato che è pure una brasserie


La città offre anche un notevole numero di Starbucks, che sono sempre e comunque un’ottima alternativa per le vostre colazioni, pause e rifugio da eventuale maltempo.

 

CREPES e OMELETTE, PRANZI E CENE TIPICHE (E NON SOLO)

Parigi pullula di crêperie e le classiche crêpes sono più precisamente delle GALLETTES DE SARRASIN, così chiamate perchè preparate con farina di grano saraceno. Le crêpes sono un’ottima soluzione per mangiare tipico e low cost, infatti con una spesa che sta al di sotto dei 10€, ci si può pranzare/cenare.

Altro piatto tipico è l’omelette, una gustosissima frittata farcita anch’essa con un range di prezzo basso.

Per gustarvi delle ottime crêpes, siano esse salate o dolci, consiglio in modo particolare queste due crêperie:


"Crêperie Framboise"

Presente in città con ben 3 locali: 7 rue de Ponthieu sugli Champs-Élysées; 2/4 rue de l’Échelle in zona Louvre St – Honoré ed infine a 10 Boulevard Delessert in zona Passy-Trocadéro.

Locali molto carini, moderni e soft, con un menù che offre una grande varietà di crêpes sia dolci che salate.





"Le Sarrasin et le Froment Crêperie"

Scoperta un po’ per caso, questa crêperie è stata una manna dal cielo. Locale minuscolo, situato dietro la cattedrale di Notre Dame in 84-86 rue St-Louis-en-l’Isle, gestito da un simpaticissimo indiano. Cibo ottimo, prezzi modici, tanto da tornarci per pranzi e cene, anche se ci si trovava in zone lontane. Qua si possono gustare appunto, ottime gallettes de sarrasin, dolci e salate, omelettes e tanto altro.


"Korean Barbecue Champs-Elysees"

Di sicuro questo locale non ha assolutamente nulla di tipico francese essendo un ristorante koreano, però posso dire che è stata l’esperienza culinaria più soddisfacente di tutto il viaggio. Il locale è in zona Champs-Elysees, proprio di fianco a uno dei locali Framboise. Sono finita a mangiarci, una sera, proprio perchè la crêperie era chiusa. La titolare del locale ha fatto opera di abbordaggio all’esterno, presentando un menù a buon prezzo che era teoricamente terminato. Fatto sta che è stata una cena ottima e ricca, un tripudio per il palato. La tipicità del locale è quella che vede cuocersi la carne (dal sapore eccezionale) al tavolo su di una piastra, unita alla salsa koreana. Si possono perà anche gustare zuppe, riso e verdure. I prezzi dei menù vanno dai 13€ ai 20€, però la quantità e la qualità del cibo meritano la spesa.




 

In ultimo consiglio vivamente di EVITARE la miriade di ristoranti presenti in zona Notre-Dame. I prezzi solo astronomici e le porzioni sono misere e non sempre si mangia bene.

Altro consiglio, riguarda l’acqua: nei ristoranti non ordinare mai bottiglie d’acqua minerale, hanno prezzi astronomici! Chiedete sempre “une carafe d’eau” ossia l’acqua del rubinetto che è totalmente gratuita.

Detto ciò, Bon Voyage!


Seguimi anche su www.cakepuccino.it

Twitter: https://twitter.com/cakepuccino

Facebook: https://www.facebook.com/cakepuccino

Dove mangiare bene, tipico e low cost a Parigi
   
Chiara Bazzurri

Aspirante pasticcera professionista. La passione per la cucina si sviluppa in tenera età e la propensione verso la pasticceria negli ultimi anni.
Oltre alla cucina, sono appassionata di film, musica , serie tv e tutto ciò che riguarda la UK!
Ho un'impellente e continua necessità di viaggiare e sono una lettrice compulsiva

www.cakepuccino.it