Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

x
A+ A- T+ T-

Spazio anche alle buone notizie

Scritto da 
0
|| || ||
Diverse le cose positive in questo difficile periodo
Il 31 marzo fiocco rosa all’ospedale di Perugia

A Perugia nasce la piccola Margherita, da mamma positiva al Coronavirus. La neonata non ha contratto il Covid. Madre e figlia sono state entrambe dimesse e stanno bene! Una nuova nascita porta gioia e positività e in un momento complesso come questo, abbiamo davvero bisogno di notizie così!





Il paniere solidale in Via della viola a Perugia


Bellissima iniziativa dell’Associazione Fiorivano le Viole: il paniere solidale. Chi ha la possibilità può lasciare viveri, possibilmente a lunga conservazione, nell’apposito cestino, mentre chi ha necessità può prendere ciò di cui ha bisogno. Questo progetto testimonia la grande solidarietà di cui Perugia si sta rendendo protagonista. Un segno importante che racconta quanto la comunità si stringa attorno a chi è meno fortunato.
Foto da FB





Raccolta fondi a favore dell’ospedale di Perugia


PA Social Umbria (associazione senza scopo di lucro) e il Comune di Perugia, socio di PA Social Umbria, hanno lanciato una raccolta fondi per l’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, impegnato in prima linea per l’emergenza Coronavirus. Nel momento in cui scriviamo il traguardo dei 10mila euro non è lontano. Bellissimo vedere come in tanti hanno appoggiato l’iniziativa. Per maggiori informazioni www.gofundme.com.
Foto da FB





Manifestazioni di solidarietà da tante aziende umbre

Tantissime sono le aziende umbre che con gesti pieni di altruismo hanno cercato di dare il loro contributo per combattere l’epidemia che ci ha travolti. Una fra tutte il Gruppo Barton, di Mauro e Silvano Bartolini, che ha donato a tutte le terapie intensive del territorio regionale
strumenti quali tablet per permettere ai pazienti di interagire con i propri familiari. Un modo per far sentire chi sta combattendo il virus meno solo.

Spazio anche alle buone notizie
   
Claudia Alfonso

30 anni ma non li sente, lotta contro il tempo perché in realtà non vuole invecchiare. Quasi laureata. A volte recita. Ama il divano. Barese. Amante delle cime di rapa. Infinitamente curiosa. Con uno sguardo non ben definito sul futuro. Ma speranzosa e piena di fede.