Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

x
A+ A- T+ T-

Giuliano Masciarri: "Con la cultura si mangia!"

Scritto da 
0
|| || ||
PM ha incontrato il nuovo presidente della Fondazione Cariperugia Arte che ci ha parlato del suo amore per la cultura e per la sua città, Perugia
La Fondazione Cariperugia Arte ha un nuovo Consiglio di amministrazione e un nuovo Presidente, Giuliano Masciarri, già direttore e successivamente membro del Cda della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.
“Siamo entrati in carica da circa un mese e mezzo, questo Consiglio di amministrazione è stato organizzato con modalità diverse da quelle del passato. Ad esempio è stata introdotta la figura dell’Amministratore Delegato, incarico attribuito all’Ing. Luca Galletti, che insieme a me e alla vice presidente Alessandra Baldelli avrà il compito di indirizzare le attività della Fondazione”.

Qual è l’obiettivo principale della Fondazione CariPerugia Arte?
La Fondazione CariPerugia Arte è stata creata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, con la quale condivide sostanzialmente lo stesso obiettivo: contribuire alla crescita e allo sviluppo economico e culturale del nostro territorio. Il nostro “fondatore” possiede alcune prestigiose strutture che sono state adibite a spazi espositivi e che sono state date in gestione alla CariPerugia Arte per organizzare mostre ed eventi culturali. A Perugia abbiamo Palazzo Baldeschi e Palazzo Lippi Alessandri, ad Assisi Palazzo Bonacquisti e a Gubbio le Logge dei Tiratori della Lana. Il nostro compito è quindi quello di gestire al meglio questi spazi “riempiendoli” con eventi in grado di richiamare visitatori anche da fuori regione. È un incarico che abbiamo raccolto con impegno e che ci auguriamo di portare avanti al meglio.”

Ci sono idee e progetti a medio e lungo termine?
Ci sono e ci stiamo lavorando. Quello che dobbiamo fare è saper gestire le risorse che la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia stanzia per l’attività della CariPerugia Arte e che, ovviamente, dipendono anche dall’andamento dei mercati finanziari. Anche per tale ragione gli eventi artistici che organizziamo richiedono un’attenta pianificazione. Il 2019 è già ricco di eventi meravigliosi, come la mostra allestita ad Assisi fino al prossimo 13 ottobre “Maiolica. Lustri oro e rubino della ceramica del Rinascimento ad oggi” e “Unforgettable Umbria. L’arte al centro tra vocazione e committenza”, un percorso espositivo dedicato all’arte contemporanea aperto a Palazzo Baldeschi fino al 3 novembre che merita davvero di essere visitato, per la qualità delle opere ma anche per la storia che racchiude. Il 2020 sarà più un anno di passaggio, mentre negli anni successivi daremo vita ad un evento importante. Non è un compito facile ma le sfide ci piacciono!”.

Cosa serve per fare in modo che gli eventi siano più seguiti e che il lavoro della Cariperugia Arte sia maggiormente valorizzato?
La cosa più importante è la cura del territorio. Pensiamo ad esempio a Perugia. Da una parte è una città fortunata perché si trova in una regione molto piccola, e quindi visitarla significa anche avere la possibilità, nel giro di due o tre giorni, di andare anche in altre splendide città vicine come Orvieto, Gubbio e Assisi che hanno ed offrono dei paesaggi e delle bellezze artistiche unici. Dall’altra parte, però, è anche vero che l’Umbria resta una regione che si collega difficilmente alle altre regioni e dunque un turista può sentirsi scoraggiato dall’idea di dover affrontare un viaggio che si presenta lungo e complicato. Più comunicazione, ma anche più vie di comunicazione”.

Una piccola anticipazione su un progetto a breve termine…
Abbiamo realizzato un programma interessante, ma anche curioso, legato ad “Unforgettable Umbria”. Abbiamo iniziato a giugno e proseguiremo fino ad ottobre. Sono stati coinvolti una serie esperti di arte contemporanea che insieme ai curatori della mostra effettueranno alcuni incontri con visite guidate che si caratterizzano per la modalità originale di accompagnare il visitatore alla scoperta delle opere esposte. Tutti gli appuntamenti si concluderanno con un aperitivo sulla terrazza di Palazzo Baldeschi che apre su Corso Vannucci. È una esperienza da non perdere”.

Alcuni anni fa Tremonti osò affermare che “Con l’arte non si mangia!”. Oggi, il presidente della Fondazione Cariperugia Arte di Perugia, Giuliano Masciarri, afferma con convinzione che mai ci fu affermazione più errata di quella: “Con l’arte si mangia, ci mangiano tutti e ci mangiano in tanti: da chi mette il chiodo per appendere il quadro a chi arricchisce la propria mente guardando un’opera e cogliendone il suo significato. Con la cultura si mangia, dunque, due volte.



Fondazione CariPerugia Arte
Corso Vannucci, 47 - Perugia
www.fondazionecariperugiaarte.it
#CariPerugiaArte
FB: cariperugiaarte
TW: CariPerugiaArte
IG: cariperugia_arte
Giuliano Masciarri: "Con la cultura si mangia!"
   
Pubblicato in Rivista