Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

x
A+ A- T+ T-

Birba chi legge si trasforma in Festa delle storie per bambini e ragazzi

Scritto da 
0
||
Ad Assisi dall'11 al 13 settembre un festival interamente rivolto ai più giovani

2020, annata difficile per iniziare progetti o per continuarne altri. Non per tutti, però.

L’edizione 2020 di “Birba chi legge – Assisi fa storie”, infatti, originariamente prevista ad Assisi dal 28 al 31 maggio ed annullata in seguito alle disposizioni del governo legate all’emergenza sanitaria nazionale, riprende il via sotto invito del Sindaco della città di Assisi e dei cittadini, desiderosi di ripercorrere le emozioni e la gioia date dal Festival di narrazione interamente dedicato ai più piccoli.



Riprende forma, dunque, Birba chi legge – Festa delle storie per bambini e ragazzi. Da venerdì 11 a domenica 13 settembre, regalando un po’ di diletto ai giovani lettori nell’ultimo fine settimana prima della riapertura delle scuole. A tal proposito, Alessandra Comparozzi, presidente dell’associazione BirBa, spiega: "Crediamo che un evento dedicato alle storie e alle famiglie sia una preziosa occasione di condivisione e un importante segnale di ripresa per tutta la collettività nonché un “premio” per i bambini e i ragazzi che hanno sopportato con grande coraggio il sacrificio di essere restati chiusi in casa durante la quarantena. Un ringraziamento molto speciale va agli artisti che hanno risposto alla nostra "chiamata alle storie" stringendosi intorno a questo progetto con grande disponibilità e generosità".

Tre giorni di full immersion nel mondo dei più piccoli, che si apriranno con l’incontro di formazione sull’arte di Eric Carle a cura di Carla Ghisalberti, proseguendo con spettacoli di narrazione, laboratori creativi, presentazione di libri e mostre fotografiche. Il tutto accompagnato dalla cerimonia di premiazione dei vincitori del Concorso nazionale “Una biblioteca in ogni scuola” 2020 e, come di consueto, dall’attenzione nei riguardi di eco sostenibilità e plasticfree.

In merito al rispetto, è importante ricordare che la Festa si svolgerà nella piena osservanza delle prescrizioni governative in termini di distanziamento sociale e misure di sicurezza. È quindi richiesto l’obbligo di prenotazione a tutti gli eventi, chiamando il numero 370 3070231 e presentandosi agli appuntamenti prenotati almeno 15 minuti prima dell’orario di inizio. In caso di maltempo le attività sono in ogni caso confermate e si terranno in spazi interni.

A inaugurare questo viaggio all’insegna della creatività e dell’immaginazione, venerdì 11 settembre alle ore 14.30 presso il DigiPass di Santa Maria degli Angeli, è l’incontro di formazione con l’esperta Carla Ghisalberti, intitolato Disegnami una stella: l’arte di Eric Carle, la cui finalità è quella di proporre un vasto repertorio di libri di qualità a partire da una prospettiva alternativa: quella dei loro creatori. L’incontro è indirizzato ad un pubblico ampiamente variegato di esperti in materia: bibliotecari, insegnanti, genitori, operatori nell’ambito della promozione della lettura con i bambini.

È impossibile! Solo se pensi che lo sia – questo il titolo della mostra fotografica a cura di Lina Franquillo, che si potrà visitare presso la Sala Pinacoteca nei giorni sabato 12 e domenica 13 settembre, dalle ore 10.00 alle ore 18.30. Il soggetto della mostra prevede l’esposizione di 18 immagini fiabesche ritraenti i murales di “Il paese delle fiabe”, tra le quali Pinocchio, Peter Pan, Biancaneve, I Musicanti di Brema e tante altre storie pronte a trasportare la mente di chi le osserva in un luogo lontano, dove nulla risulta essere impossibile, se si pensa che non lo sia! L’ingresso è libero.

Sempre sabato 12 settembre si apre una giornata ricca di attività, volte ad omaggiare il piacere della lettura, dell’arte e l’attenzione all’ambiente. Alle ore 10.00 presso la Chiesa di San Vitale si terrà la presentazione del libro Quaranta cose inesistenti, realizzato da Carlo Sperduti con la collaborazione degli alunni della Scuola primaria Borgo XX Giugno. Seguirà un laboratorio di scrittura creativa per bambini a cura dello scrittore e librario della libreria Mannaggia di Perugia. L’ingresso è libero su prenotazione.

Contemporaneamente, presso l’incantevole Rocca Maggiore di Assisi, si svolgerà il laboratorio pittorico di Tumberunde Art Therapy a cura di Carlotta A. Marzi. I partecipanti di questo laboratorio potranno prendere parte alla creazione di un albero, attraverso l’utilizzo di colori ed elementi materici che verranno utilizzati per rendere giustizia al simbolismo celato dietro tale pianta: la vita e il suo continuo fluire. Da ogni albero emergerà una parola, una frase o un segno che dia il benvenuto ai due alberi che verranno poi piantumati nel suolo assisano. L’ingresso è libero su prenotazione.

Alle ore 10.30, presso il Giardino degli Incanti della Rocca Maggiore, vi sarà una narrazione animata di e con Sabina Antonelli, dal nome L’ulivo racconta. Protagonista della vicenda è la gnoma Fenenne, consapevole dell’importanza della pianta d’ulivo, molto antica e padrona delle origini del mondo e delle sue leggende. La gnoma è colei in grado di tradurre le mute parole dell’albero e condividerle con tutti i bambini che vorranno accedere ai suoi magici segreti. L’ingresso è a offerta su prenotazione.

Entrambi gli eventi fanno parte di Per fare un festival ci vuole un albero, evento volto a celebrare la piantumazione di due alberi nel territorio di Assisi a compensazione della CO2, idea scaturita già dall’edizione 2019 di Birba chi legge – Assisi fa storie, Festival di narrazione per bambini e ragazzi unico e ad impatto O.

Biancaneve e altre storie, letture ad alta voce di fiabe a cura di BiRBA, questo il titolo dell’attività prevista per le ore 11.30 e che include, inoltre, la visita della mostra È impossibile! Solo se pensi che lo sia sopracitata. L’ingresso è libero su prenotazione.

Ore 15.30, Chiesa San Vitale: laboratorio di pittura e manipolazione di carta intitolato L’alfabeto di Gianni Rodari, a cura di Marco Nateri. A cento anni dalla nascita del famoso scrittore e poeta, si coglie l’occasione per celebrarne gli scritti e i racconti, attraverso la creazione di una serie di lettere che andranno a comporre un alfabeto ispirato ai racconti dei partecipanti. L’ingresso è a offerta su prenotazione.

Alla Volta Pinta, dalle ore 16.00 alle ore 18.00 prenderà vita Ti porto una storia, letture per un passante alla volta di e con Elisabetta Trupia, il cui leitmotiv è quello dell’inclusione e della multiculturalità, promotori della prevenzione di ogni tipo di discriminazione e della valorizzazione delle differenze, delle identità e delle pluralità culturali. L’ingresso è libero.

Ulteriori letture animate, a cura di Heleana Luzi, dal titolo Slurpanti e acchiapponi, alle ore 16.30 lungo il corridoio della Sala delle Volte. Si tratta di un viaggio alla scoperta degli albi illustrati e dei silent book, volgendo l’attenzione alle affascinanti creature misteriose di questo mondo. L’ingresso è libero su prenotazione.

A chiudere una giornata così piena, alle ore 18.00 la Sala degli Emblemi ospiterà lo spettacolo I giocattoli raccontano, messo in scena da Giulia Zeetti, i cui protagonisti sono i giocattoli del Museo del giocattolo di Perugia. L’evento ripercorrerà la storia dei giocattoli, con un certo occhio di riguardo per quelli di una volta, i giocattoli old school, semplici e un po’ arrugginiti, ma non per questo meno affascinanti. L’ingresso è libero su prenotazione.

A conclusione dei tre intensi giorni di Festival, vi è la giornata di domenica 13 settembre, che ci farà immergere immediatamente, a partire dalle ore 11.00 presso la Sala delle Volte, in uno spettacolo di burattini in baracca dal titolo Torsolo, nato da un’idea di Marco Lucci e Matthias Träger, cui animazione, burattini e scenografie sono rispettivamente a cura di Marco Lucci ed Eva Hausegger. Il setting è speciale: il parco del paese dei burattini. Gli amici di una volta sono ormai cresciuti, si è diventati grandi, ci si è trovato un lavoro, ci si è smesso di giocare: Massimo il forte è il grande operaio del comune, Gianni il furbo è il direttore dello zoo, solo Torsolo invece… parla ancora alle farfalle. Lui, che sembrava il più debole, il più strano e l’amico di nessuno… finché un giorno non arriva una notizia eclatante: “Attenzione! Attenzione! Lilith, lo straordinario animaletto a cinque zampe, è scappato dallo Zoo!!!”. A chi tocca ora di riprenderlo? E come? Gianni, con la sua ingegnosa trappola? Massimo, con il suo gigantesco “Martellus carrellatus”? Meno male che c’è Torsolo!

L’ingresso è a offerta su prenotazione.

A seguire e per concludere un circolo di attività emozionanti ed offrirne un’altra ancora, si svolgerà la premiazione del vincitore del concorso nazionale “Una biblioteca in ogni scuola”. L’evento si terrà presso la Sala degli Emblemi, alle ore 12.30. Il premio di quest’anno se lo è accaparrato “Voltiamo pagina”, un’associazione di cittadini che collaborerà attivamente con la dirigenza scolastica del polo didattico “Borgo Nuovo” di Fara in Sabina in provincia di Rieti per la realizzazione, allestimento e gestione della biblioteca, ospitata nei locali della scuola primaria. Durante la cerimonia verrà assegnata, inoltre, un’accurata selezione di libri dal valore di 1.000 euro. L’ingresso è libero su prenotazione.


“Birba chi legge - Festa delle storie per bambini e ragazzi” si realizza in collaborazione con il Comune della Città di Assisi e il sostegno della Regione Umbria. Sito ufficiale www.birbachilegge.it

Hashtag ufficiale #iostoconbirba. Ufficio stampa “Birba chi legge – Assisi fa storie”.