Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

A+ A- T+ T-

Albicchiere, la start up che ha rivoluzionato il mondo del vino

Scritto da 
0
|| || ||
L'Umbria sulle vette tecnologiche di Las Vegas grazie a Massimo Mearini e Diego Pepini
Testo: Beatrice Anselmi - Brano: “Yes Sir, i can boogie” - Baccara

Dal 7 al 10 gennaio si è svolto a Las Vegas il CES 2020, che ha visto come protagoniste le più grandi idee fra le novità hi-tech di quest’anno. E sono stati proprio due umbri ad aggiudicarsi il premio fra i giganti della tecnologia. Si tratta dell’Innovation Award 2020 Honoree, nella categoria Home Appliance dalla Consumer Technology Association.
Sono Diego Pepini e Massino Mearini le menti brillanti che si nascondono dietro ad Albicchiere, il dispenser di vino intelligente che rivoluziona il concetto di bevuta, da soli e in compagnia. Se nasci fra le terre del Chianti e Sagrantino, la passione per il vino è un inevitabile inconveniente! Si rientra a casa la sera, dopo una pesante giornata di lavoro, e non c’è niente di più rilassante che assaporare gli aromi di una prelibatezza del territorio, da soli o da condividere con i cari. O magari durante la cena accompagnare a ogni piatto il vino perfetto per esaltare i sapori di ogni portata o accontentare i gusti di tutti.
Ma che ne è poi di tutte queste bottiglie aperte, che dopo pochi giorni avranno perso il gusto e il profumo originario?
La grande novità di Albicchiere è la possibilità di aprire un vino e assaporarne anche un singolo calice, alla giusta temperatura, potendone poi conservare il resto della bevanda fino a sei mesi, otto volte più a lungo di qualsiasi altro sistema, senza che questa perda gli aromi e i profumi anche in caso dei vini più nobili.
Non è un caso che il progetto sia nato proprio in Umbria, territorio di grande prestigio a livello eno-gastronomico, regione immersa nel verde che vanta un elevato numero di cantine, che puntano tutto sulla qualità del prodotto. Ma spesso, vedendo bere il proprio vino nel modo sbagliato, non riescono a far percepire al cliente la perfezione dell’insieme di profumi e sapori che si celano dietro una bottiglia.




Ma, come funziona Albicchiere?

Immaginiamo di stappare un ottimo Sagrantino, la temperatura perfetta permette di sprigionare l’insieme di note fruttate e floreali (caratteristiche che richiamano proprio il territorio in cui nasce) e lo distinguono da ogni altro aroma. Finita la magia del primo calice, però, rimane un’intera bottiglia, che presto si rovinerà. Anche la temperatura sarà difficile da mantenere e sarà sempre o ambiente o frigo. Ed è proprio da questa esigenza che nasce Albicchiere. Il dispenser è un sistema intelligente, in grado di capire quale vino sta servendo e quali siano le sue caratteristiche. Imposta quindi la temperatura ottimale e cliccando un semplice bottone o comunicando tramite l’App o tramite Alexa, riempie il calice e conserva il resto del contenuto. Come? Grazie alla smart bag flessibile in cu