Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

A+ A- T+ T-

Scopri gli eventi legati all'arte consigliati da PM

Scritto da 
0
|| || ||

LUCE, FIGURA, PAESAGGIO. CAPOLAVORI DEL SEICENTO IN UMBRIA
Complesso monumentale di San Pietro in Perugia 
Fino al 30 Giugno



Nel segno di una stretta collaborazione tra enti e istituzioni del territorio ma anche collezionisti privati, la nuova mostra per il complesso monumentale di San Pietro in Perugia con i suoi capolavori ospitati nella Galleria Tesori d’Arte e nella straordinaria Basilica, vuole gettare luce sull’enorme patrimonio artistico del Seicento in Umbria, documentandone in maniera eccellente la ricchezza e la varietà. Il percorso espositivo a cura di Cristina Galassi si articola attraverso circa sessanta dipinti rappresentativi delle varie correnti e tendenze che si affermano nel corso del XVII secolo: la cultura tardo manieristica di Federico Barocci e Ventura Salimbeni convive con il filone classicista di Gian Domenico Cerrini e di Sassoferrato, con il naturalismo di matrice caravaggesca e guercinesca, con l’espressività barocca di Pietro da Cortona, Pietro Montanini e François Perrier. Una pluralità di accenti che riserverà delle sorprese in una regione famosa soprattutto per il suo patrimonio archeologico, per i suoi monumenti di epoca medievale e per il suo Rinascimento.

Gli orari di apertura sono dalle 10:00 alle 19:00 dal martedì alla domenica. Ingresso intero 6 euro, ridotto 4 euro.

Per informazioni
T. +39 075 33753
M. +39 328 6013446
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 



CANOVA E IL CODICE ATLANTICO DI LEONARDO DA VINCI
San Gemini
Fino al 4 Luglio



In occasione delle celebrazioni per il 500° anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci, l’Associazione Culturale “A.Canova’91” di San Gemini in collaborazione con il Sangemini Palace Hotel e con il Patrocinio del Comune di San Gemini organizza la Mostra Multimediale “Canova e il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci”.

Presso l’Auditorium S. Maria Maddalena ed il Sangemini Palace Hotel sarà in mostra il Codice Atlantico (copia anastatica) edito dalla Casa editrice Ars Illuminandi. Il Codex Atlanticus è la più ampia raccolta di disegni e scritti di Leonardo da Vinci conservata presso la Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano che, come tante altre opere d’arte e scientifiche, fu oggetto delle spoliazioni napoleoniche e fu riportato in Italia dallo scultore Antonio Canova, in qualità di Sovrintendente generale del patrimonio archeologico ed artistico dello Stato Pontificio. Saranno a disposizione gli Oculus che danno la possibilità di immergersi nella vita di Leonardo tramite la realtà virtuale; gli ologrammi, tecniche di visualizzazione che permettono di percepire la terza dimensione di disegni, sculture e anche filmati e immagini che permettono una conoscenza approfondita di Leonardo da Vinci.

L’inaugurazione avverrà il 16 giugno alle 16:30 e gli orari saranno dalle 11:00 alle 13:30 e dalle 16:30 alle 19:00. Ingresso mostra 3 euro.

Per informazioni:

0744.33.11.46

www.sangeminipalace.it

http://palazzocanova587.sitonline.it

 



OBIETTIVI SU BURRI – Fotografie e fotoritratti di Alberto Burri dal 1954 al 1993
Città di Castello
Fino al 12 Settembre



La Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri ha ideato e realizzato un evento che ricorda Burri e che compie una esauriente ricognizione sui maggiori professionisti della fotografia che lo hanno ritratto in differenti momenti e circostanze della sua vita, tra i quali Amendola, Basilico, Bavagnoli, Benelli, Cantini, Colombo, Contino, De Martiis, Drudi, Fabbri, Gatti, Gendel Gorgoni, Kuni, Lanfranco, Lazarus, Linke, Loy, McHugh, Mihich, Muchnik, Mulas, Parisi, Pantellani, Powell, Rossi, Roth, Sanders, Sarrison, Sommelius, Thomas, Vaccaro, Villers, Visca, Vogler e Zavattini.

Verranno aperti l pubblico 2300 metri quadrati di nuovi ambienti presso gli Ex Seccatoi in cui si potrà anche approfondire lo studio sull’opera di Burri e l’influenza da lui esercitata sull’arte contemporanea.

Per informazioni contattare l’accoglienza turistica su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.à-di-castello.pg.it

 



OMAR GALLIANI: IL CORPO DEL DISEGNO
CIAC: Centro Italiano Arte Contemporanea, Foligno
Fino al 13 Ottobre



Dal 18 aprile il Centro Italiano Arte Contemporanea di Foligno presenta “Il corpo del disegno di Omar Galliani”, una mostra antologica dedicata al maestro del disegno italiano a cura di Italo Tomassoni che ripercorre l’intera produzione dell’artista. Il progetto sarà arricchito da un intervento site-specific di Omar Galliani che, nel corso della mostra, traccerà sulla parete principale del museo una figura femminile, collegamento tra le grandi tavole che costituiscono il cuore dell’esposizione. Sarà inoltre presentato in anteprima al CIAC il trittico “L’anello di Berenice” (2019), composto da tre tavole di grandi dimensioni. Un’opera che riprende uno dei soggetti cari all’artista – l’anello – inteso come simbolo di perfezione, elemento di congiunzione e metafora del moto circolare che caratterizza la nostra esistenza.

La mostra sarà visitabile fino al 13 ottobre 2019, venerdì ore 16.00-19.00, sabato e domenica ore 10.30-12.30 e 16.00-19.00; aperture straordinarie 14 agosto, 16 agosto, chiuso 15 agosto. Ingresso intero Euro 6,00. Sono previste riduzioni.

Per informazioni: tel. 0742 340090 (da lunedì a venerdì ore 9.00-13.00), cell. 340 8678214, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.centroitalianoartecontemporanea.com.

 



MAIOLICA. Lustri oro e rubino della ceramica dal Rinascimento ad oggi
Palazzo Bonacquisti, Piazza del Comune – Assisi
Fino al 13 Ottobre



Non vi è museo importante al mondo che non conservi esempi delle preziose maioliche a “lustro” italiane. Tra questi il Metropolitan Museum of Art di New York, il Victoria and Albert Museum di Londra e il Museo del Louvre di Parigi da cui provengono alcune delle opere esposte nella mostra “MAIOLICA. Lustri oro e rubino della ceramica dal Rinascimento ad oggi” in programma a Palazzo Bonacquisti di Assisi che si tiene dal 4 maggio 2019 al 13 ottobre 2019. Voluta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e organizzata dalla Fondazione CariPerugia Arte, la mostra, a cura dei due esperti Franco Cocchi e Giulio Busti, presenta una selezione di circa 150 opere provenienti da collezioni pubbliche e private conservate non solo in Umbria ma anche in territori limitrofi come Bologna, Firenze, Faenza, Ravenna, Pesaro, Arezzo e Viterbo.

Distribuito in sei sezioni tematiche l’allestimento ripercorre gli sviluppi della maiolica dalle origini fino alle ultime manifestazioni nel Seicento e, poi, alla ripresa storicista dell’Ottocento fino alle espressioni postmoderne e attuali.

La mostra si potrà visitare dal martedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 e il sabato e la domenica dalle 11.00 alle 19.00. Ingresso intero 5 euro, ridotto 3 euro. Per info e prenotazioni: 075.8198419 (in orari di apertura museo) oppure visitare il sito Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 



UNFORGETTABLE UMBRIA. L’arte al centro fra vocazione e committenza
Palazzo Baldeschi, Corso Vannucci
Fino al 3 Novembre




La Fondazione CariPerugia Arte presenta “UNFORGETTABLE UMBRIA – L’arte al centro fra vocazione e committenza”, un racconto sul secondo Novecento in Umbria attraverso le opere di grandi artisti che qui hanno scelto di vivere e lavorare, nello spazio di una stagione o di un’intera vita.

Curata da Alessandra Migliorati, Paolo Nardon e Stefania Petrillo, la mostra sarà ospitata a Perugia nel piano nobile di Palazzo Baldeschi al Corso dal 13 aprile al 3 novembre 2019 e proporrà una selezione di dipinti e sculture di oltre cinquanta artisti di fama internazionale: tra gli altri, Alighiero Boetti, Alberto Burri, Alexander Calder, Giuseppe Capogrossi, Piero Dorazio, Yves Klein, Leoncillo, Brian O’Doherty, Sol LeWitt, Beverly Pepper, Ivan Theimer e Giuseppe Uncini.

Ne emerge un ricchissimo mosaico di presenze e una storia densa e di occasioni espositive e interventi sul territorio, spesso favoriti da un lungimirante mecenatismo.

La mostra si potrà visitare dal martedì al giovedì, dalle 15.00 alle 19.30 e dal venerdì alla domenica dalle 11.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.30. Ingresso intero 7 euro, ridotto 4 euro. Per info e prenotazioni chiamare allo 075.5734760 (in orari di apertura museo) oppure visitare il sito Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Scopri gli eventi legati all'arte consigliati da PM