Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

x
A+ A- T+ T-

Urban Center Perugia In evidenza

Scritto da 
0
Urban Center Perugia
Un luogo dove studiare senza orari, un'aula studio aperta 24h

Perugia centro universitario, dove molti ragazzi e ragazze si sono formati, una città in continua metamorfosi con i suoi alti e i suoi bassi, dove in tanti anni molto è cambiato e l’Ateneo perugino ha raccolto e risposto alle sfide delle nuove generazioni.

Gli studenti, nucleo vitale della città, hanno reclamato l’esigenza di avere sempre nuovi punti si aggregazione dove studiare.

L’acerrimo nemico degli studenti non è solo la sessione di esame ma anche il weekend prima della data X.

Le biblioteche universitarie, fornite di ogni servizio e dislocate per tutta la città hanno solo un piccolo difetto, il rimanere chiuse il sabato e la domenica.

Chi è stato studente o lo è ancora sa bene che quando ci si dedica allo studio non esistono giorni festivi ne vacanze pasquali ne tantomeno estate.

Per molti lo studiare in casa è deleterio a causa delle innumerevoli distrazioni che una stanza universitaria può offrire; dal continuo saccheggiare il frigo, fumare ogni 10 minuti, a guardare tra una pausa e l’altra una puntata della nota serie “How met your Mother” o l’intramontabile “Will & Grace”.

Molti studenti, da sempre, sentono proprio l’esigenza di studiare fuori casa per una rendita molto più produttiva.

Poco più di tre mesi fa l’Università degli studi di Perugia ed il Comune di Perugia hanno inaugurato la nuova Aula Studio per Studenti , Urban Center ubicata in via Sant’Ercolano 5.

L’apertura della nuova aula studio ha permesso a tutti gli studenti di Perugia di poter usufruire di un nuovo spazio per lo studio e l’aggregazione aperto dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 06 e 24 ore continuative nel week end.

L’accesso all’Aula Studio è regolato da un sistema automatico di controllo dell’ identità degli studenti, tramite l’app ufficiale per smartphone Unipass ed il controllo è operato in via remota tramite telecamere.

Il nuovo spazio in centro si è aggiunto all’Aula intitolata a Paolo Ceccherelli ubicata in via Elce di Sotto; anche quest’ultima, è stata dotata del sistema automatico del controllo di accessi al fine di estenderne l’orario di apertura.

La nuova Aula Studio – Urban Center è un luogo molto intimo dall’arredamento un po’ retrò riadattato in chiave moderna con colori forti dove studiare lo si potrà fare nella massima tranquillità in una delle zone più belle della città ,come le scale di Sant’Ercolano, e rendere ottimali quelle ore della sera, che a detta di molti, sono le più produttive per lo studio fino a quando le forze non abbandoneranno lo studente.

Studiando all’Urban Center, quando le biblioteche universitarie ,giustamente chiudono, ma la tua tabella di marcia nella ripetizione non è ancora terminata, ho notato con mia somma gioia che all’interno dell’aula c’è una panca con annesso materassino.

Che abbiano pensato pure al momento critico dell’”abbioccamento” post cena?

La nuova Aula Studio – Urban Center è un progetto, a mio dire da studente, ben riuscito e nato dalla collaborazione di tutte le istituzioni e attente rappresentanze studentesche che vogliono migliorare i servizi agli studenti e rigenerare il centro storico della città grazie alla partecipazione dei giovani.

 

 

Urban Center Perugia
   
Marco Piscedda

Marco Piscedda nato a Viterbo
Per gli amici detto lo Zingaro a causa delle sue origine miste, perfetto mix di sardo veneto laziale e abruzzese.
Studente quasi laureato per sbaglio in Giurisprudenza a Perugia.
Speaker radiofonico per la radio universitaria perugina dove può sfogare la sua logorroica verve.
Sogno nel cassetto? Diventare giornalista conduttore radiofonico e scrivere un libro sulle sue innumerevoli avventure universitarie nel perugino.