Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

A+ A- T+ T-

Spazio Zut, si riparte subito alla grande

Scritto da 
0
|| || ||

Sabato 13 gennaio il live del talentuoso musicista Egle Sommacal, chitarrista dei Massimo Volume

Lo spazio Zut di Foligno inizia il nuovo anno in grande stile ed in compagnia della grande musica. Sonorità uniche e suggestive che tornano per la stagione ‘Re: play’, la rassegna di concerti ideata per i palchi (quello principale e quelli della Gallery) dello spazio multifunzionale di corso Cavour. Sabato 13 gennaio alle ore 21.30 (ingresso 5 euro) è così atteso Egle Sommacal, chitarra dei Massimo Volume, ospite per la sezione “unplugged” ovvero per i concerti più intimi ed in acustico. Prima del concerto sarà possibile consumare una cena vegetariana, con vini e birre rigorosamente della zona (su prenotazione, 15 euro bevande incluse).

 

Sommacal

Egle Sommacal è conosciuto ai più come il chitarrista dei Massimo Volume, uno dei gruppi più rappresentativi e osannati dell’underground musicale italiano degli ultimi vent’anni. Ma smessi i panni del chitarrista rock, è prima di tutto un amante e uno studioso del proprio strumento, un musicista che da sempre ricerca le (in)finite possibilità con cui trasmettere, attraverso sei corde, quello che sente e che lo circonda, con un proprio stile e una propria sensibilità. Una ricerca ed un gusto che lasciano sempre a bocca aperta. Di recente ha aggiunto un altro importante tassello al suo universo sonoro. Dopo il bellissimo ‘Il cielo si sta oscurando’ ha realizzato ‘L’Atlante della polvere’, il suo quarto apprezzatissimo disco solista. Ma la sua discografia e le sue collaborazioni sono molteplici: dai Massimo Volume agli Ulan Bator, passando per Wu Ming Contingent.

 

Re: play

Quest’anno la rassegna ha iniziato a proporre diverse tipologie di spettacolo tra sonorizzazioni, reading e classici concerti, rimanendo però fedele a quel mood che l’ha contraddistinta finora. Un alternarsi di momenti potenti ad altri più sommessi e d’ascolto. In questa stagione vengono proposti artisti anche molto diversi tra loro e che provengono da diversi generi musicali. Queste sono le date ancora in programma per la prima parte di stagione, sia per la rassegna sul palco principale (venerdì 26 gennaio, GueRRRa + John Malkovitch) che per le serata “unplugged” in Gallery: sabato 10 febbraio Dead Poets Society.

 
Per info e prenotazioni (consigliate):

Tel. 389.0231912

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.spaziozut.it

 

Spazio Zut, si riparte subito alla grande
   
Altro in questa categoria: « A gennaio torna Spello Splendens