Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

x
A+ A- T+ T-

Jazz in August, un ricco programma da non perdere In evidenza

Scritto da 
0
||
Dal 7 al 10 agosto una quattro giorni in pieno spirito Umbria Jazz
Ogni estate, dal 1973, Perugia è stata, parola di Herbie Hancock - “il luogo in cui bisogna essere in questo periodo dell’anno. Però il 2020 non è stato un anno come tutti gli altri, e noi lo sappiamo bene.

Umbria Jazz, UJ per gli amici, viene definito come uno dei più importanti festival musicali d’europa; grande motivo di orgoglio per la nostra regione, nonché palco di alcune delle serate più magiche della musica. Ecco perché, quando è stata annunciata la decisione di annullare l’edizione di quest’anno, la delusione è stata tanta.

Dopo la tempesta, però, è uscito qualche raggio di luce. Perché Perugia non è una città che rimane ferma; e così, mentre ci rassegnavamo al pensiero di un’estate fin troppo silenziosa, gli organizzatori di UJ stavano già mettendo in moto le idee. Ecco che allora, a sorpresa, la Fondazione Umbria Jazz ha presentato un nuovo prezioso progetto, con cui ha dimostrato di non volersi rassegnare ad una Perugia senza musica: Jazz In August.  

Questo evento, che si svolgerà dal 7 al 10 agosto, porta con sé lo spirito di Umbria Jazz, dandogli però un taglio del tutto italiano: per la prima volta, infatti, l’intero programma sarà dedicato principalmente a musicisti italiani, che riempiranno Piazza IV Novembre nel più assoluto rispetto delle norme di sicurezza. L’organizzazione si è fortemente impegnata, infatti, per rendere questa “piccola Umbria Jazz” del tutto in linea con le disposizioni delle autorità sanitarie e delle istituzioni, adibendo un personale di oltre 250 persone.



Così, mentre diciamo arrivederci ai fantastici ospiti internazionali a cui purtroppo quest’anno dovremo rinunciare (ma non è un addio, UJ 2021 è già previsto dal 9 al 18 luglio), quest’anno avremo la possibilità di goderci il talento di ospiti vicini come Greta Panettieri, Stefano Bollani, Enrico Rava e, ovviamente gli immancabili Funk Off. Con questa “edizione all’italiana”, Umbria Jazz, Perugia e l’Umbria puntano a rinascere sia a livello sociale che turistico.

Il programma si strutturerà come di seguito: due spettacoli venerdì 7 agosto (alle 21,30 si esibirà Greta Panettieri e alle 23,30 i The Good Fellas Gangster of Swing); tre spettacoli per sabato 8 (alle 19,00 ci saranno i Nico Gori Swing Tentet; alle 21,30 Stefano Bollani e alle 23,30 i Funk off); tre spettacoli anche per domenica 9 (alle 19 con la Mauro Ottolini Ottovolante Orchestra; alle 21,30 con Enrico Rava e alle 23,30 nuovamente i Funk Off); e tre spettacoli per la chiusura di lunedì 10 (alle 19,30 salirà sul palco Gianluca Petrella; alle 22,30 Gino Paoli e Danilo Rea e a 00.00, la chiusura affidata ai Funk Off).

Tutti i concerti prevedono solo posti a sedere preassegnati e distanziati, divisi in tre diversi settori, ognuno dei quali con uno specifico orario di ingresso, per una capienza massima di 350 persone. La vendita non prevede nessun botteghino: i biglietti sono acquistabili solo online.

In generale, durante tutte la durata dell’evento, sarà presente un numeroso staff che guiderà il pubblico su come muoversi nello spazio del concerto, al fine di mantenere uno svolgimento ordinato e in sicurezza per tutti i presenti.

Tante cose sono cambiate in questo periodo, ma non l’amore che Perugia ha per la musica e per la cultura. Ricreare, seppur in formato ridotto, l’atmosfera che da più di quarant’anni riempie l’aria della nostra città durante l’estate, è una delle iniziative più belle su cui potessimo sperare.

Jazz in August è la dimostrazione che le cose belle possono nascere anche nei momenti più difficili, e che la musica, seppur quest’anno in modo un po' diverso, trova sempre il modo di unire le persone.



Qui tutto il programma:

https://www.umbriajazz.it/programma-jazz-in-august/

Pubblicato in PM TopNews