Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

A+ A- T+ T-

La figlia segreta di mia sorella In evidenza

Scritto da 
0
|| || ||
Mia sorella, 27 anni compiuti da poco, ha una bambina di 10 anni
I nostri genitori ed anche io lo abbiamo scoperto solo pochi mesi fa e lo abbiamo saputo solo perché mia madre si è per caso imbattuta nella corrispondenza che lei tiene con le persone che si prendono cura di lei.

Rosicela è colombiana e vive in una casa di accoglienza gestita da un'organizzazione che si occupa di bambini soli o in difficoltà. Mia sorella l'ha adottata a distanza 5 anni fa, quando era ancora una studentessa universitaria completamente a carico della famiglia. Per questo non ha mai detto nulla ed è riuscita a sostenere il costo di questa fragile e preziosa vita - garantendole vitto, alloggio, cure mediche e anche l'istruzione scolastica - rinunciando a qualche aperitivo e a due o tre paia di jeans firmati.

Ora Rosicela è abbastanza grande e istruita da scriverle da sola delle lettere. Le manda anche delle foto ed entrambe sognano di potersi incontrare, prima o poi.
Questo ovviamente non fa di mia sorella un'eroina, ma una persona comune che, come tante altre, fa un piccolo sforzo per donare un futuro migliore ad un essere umano meno fortunato.

Se per Natale non sapete davvero cosa regalare, un'adozione a distanza può essere un'ottima alternativa che avrà tra l'altro ben due destinatari.
La figlia segreta di mia sorella
   
Isabella Zaffarami

Moglie e mamma, prova a fare anche la giornalista. Molto curiosa, abbastanza coraggiosa e un po’ capricciosa. È spesso in ritardo, ma solo perché odia aspettare. Ama il giallo, le margherite, il mare e il tiramisù. Un tempo amava dormire fino a tardi, oggi ama andare a letto presto. Ama la sua città, Todi. Ama le parole, quelle già scritte e quelle ancora da scrivere.

Altro in questa categoria: « Ansia 2.0