Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

A+ A- T+ T-

Una risorsa chiamata mercato residenziale In evidenza

Scritto da 
0
|| || ||
Un sogno o forse un'utopia, quella di far sviluppare il mercato residenziale e di renderlo una asset class allo stesso livello di uffici, retail, logistica e hotel

Ma spesso gli italiani non vogliono investire, a meno che non gli si garantisca una somma di denaro derivante dagli affitti. Di solito la prima domanda che mi fanno è: “ma lei con chi è in contatto? chi è in grado di portare a casa mia? Mi faccia vedere quale profitto mi può garantire e poi vedremo il prossimo anno di migliorare la casa”.

Il problema è che se il consulente spinge a realizzare migliorie per rendere l'abitazione più bella, confortevole ed appetibile per attrarre una clientela eterogenea senza fornire la garanzia di un sicuro guadagno (impossibile da dare), la risposta è sempre la stessa: “a farmi spendere siete tutti capaci”.

Alcuni giorni fa ero in ufficio e facevo un resoconto con un cliente molto difficile e molto esigente, ma al tempo stesso lungimirante, che mi aveva contattato a febbraio del 2015. Il suo problema? Non sapeva cosa fare con una casa che costava e perdeva valore ogni anno. Dopo numerose riunioni in cui gli ho mostrato la mia visione si è convinto: ha investito (e non speso) nella sua seconda casa ubicata in un borgo alla periferia di Perugia per sistemare piscina, mobilio, migliorie agli impianti, giardino, accessori di casa, lenzuola, asciugamani, piatti bicchieri e dotazioni varie. Ora, stando alle ultime dopo due anni di gestione, se il prossimo anno avrà una stagione come quella appena conclusa, recupererà in 3 stagioni tutto ciò che ha investito, oltre comodo godimento del bene fuori stagione. E in più la sua proprietà sarà notevolmente aumentata di valore.

Non è stato facile convincerlo a investire, per stimolare ed accogliere il turista, ma la soddisfazione maggiore è stato sentirlo ammettere che avvalersi di un consulente si è rivelato un investimento. Non solo. Alla fine del nostro ultimo incontro mi ha anche detto di aver pensato di mettere una vasca idromassaggio in giardino “perché gli stranieri – parole sue - amano l’idromassaggio caldo quando le temperature sono un po’ più basse: questo mi permetterà di allungare la stagione degli affitti, mi ripagherà di quanto speso, aumenterà il valore della casa e potrò alzare il prezzo delle locazioni”. Non so se essere contento per l’efficacia del mio lavoro oppure essere preoccupato perché potrebbe non aver più bisogno visto quanto ha imparato.

Per il prossimo triennio si prevedono costanti aumenti di flussi turistici dall’estero com milioni di presenze: bisogna assolutamente puntare alla enorme risorsa del turismo. Nell'ultimo trimestre la componente di turismo estero ha rappresentato il 46% del mercato turistico. Tra i mercati in sensibile aumento si segnala soprattutto quello tedesco, seguito da quello svizzero, olandese, belga, francese e dei Paesi dell’Est.

www.sbpm.it

Una risorsa chiamata mercato residenziale
   
Stefano Barzagna

SBpm - Stefano Barzagna Property Management
Via Gregorovius, 18 - Perugia
Via di San Niccolò, 47r - Firenze

www.sbpm.it

Ultimi da Stefano Barzagna

Altro in questa categoria: « Il tetto come bene-rifugio?