Uso dei cookie

Questo sito non fa uso di cookie per la profilazione in prima persona.
Questo sito fa però uso di cookie tecnici. Questo sito utilizza inoltre embed di codice e servizi esterni. Nell'informativa estesa sono disponibili i link alle terze parti ove negare i cookies dei terzi che possono profilare se attivati dall'utente sul sito del terzo.
Procedendo nella navigazione o cliccando su "Accetto" si acconsente all'uso dei cookie.


Policy Accetto

A+ A- T+ T-

Il declino della mamma blogger In evidenza

Scritto da 
0
|| || ||
Da settimane sul web non si parla d’altro. A voler essere oneste non si parla d’altro nemmeno a casa mia, ché non siamo gente semplice e le nostre giornate trascorrono tra un video di Rovazzi, idolo indiscusso di quello piccolo, e le stories della Ferragni
Dunque sì, ci siamo, i Ferragnez sono in dolce attesa: in Primavera arriverà un erede e la gravidanza, così come l’incontenibile felicità (e tenerezza) dei neo-genitori, diventa affare del popolo. Affare che, ti pareva, fa indignare quel popolo. Principalmente quel popolo femminile. Principalmente quel popolo femminile composto da mamme blogger. Perché dovete sapere, signori miei, che il popolo del web è in buona parte composto da mamme (e papà) blogger.

Eh, già, la vita va così: anni passati a costruirsi una carriera e poi diventi madre e un imperativo morale t’impone di raccontare al mondo intero quanto sia unica e speciale la tua di genitorialità. Basta un attimo e ti ritrovi a raccontare i dolori e le imperfezioni della tua maternità in un modo che ai tuoi occhi sembra unico, originale, avanguardistico. E che invece hanno già utilizzato in molte prima di te. Ci siamo passate tutte, suvvia, non fate le timide. Ci siamo passate tutte, magari alcune sono state blogger il tempo di una poppata, altre si reinventano e lo sono ancora, ma tutte le mamme 2.0 sono in fondo in fondo un po’ mamme blogger. Indignate. Perché? Beh, apparentemente il motivo sembra semplice e superficiale. Chiara Ferragni annuncia di essere incinta di cinque mesi e lo fa in maniera impeccabile. Dolce, tenera, con gli occhi che le brillano e soprattutto senza un filo di pancia. Senza. Un. Filo. Di. Pancia. “Ma ti rendi conto – ho sentito dire – questo è un grande bluff… ci stanno prendendo in giro”. Perché se sei incinta di cinque mesi e non hai assunto le sembianze dell’orso Yoghi e non sei sciatta e struccata no, non puoi essere autentica. Oh, l’ha deciso il web mica io. Lo stesso web che roso dall’invidia non può accettare che una coppia famosa, ricca e piacente sia anche innamorata. Che poi sia chiaro, a me se Fedez e la Ferragni sono innamorati o meno non importa molto, importa che non smettano di farci vivere questa meravigliosa e perfetta favola contemporanea. E sorrido. Sorrido perché la verità è che l’indignazione delle mamme blogger deriva dal fatto che in quell’ecografia in diretta hanno visto il declino delle loro carriere, la fine di un’epoca. La bolla doveva scoppiare ed è successo. A causa di un baby raviolo.

Il declino della mamma blogger